Accordo storico: Juul Labs pagherà 440 milioni di dollari per porre fine alle indagini sul suo marketing

Accordo storico: Juul Labs pagherà 440 milioni di dollari per porre fine alle indagini sul suo marketing

Il produttore di sigarette elettroniche Juul Labs ha accettato di pagare quasi 440 milioni di dollari per concludere un'indagine durata due anni condotta da 33 stati sulla commercializzazione dei suoi prodotti di svapo ad alto contenuto di nicotina. Questi prodotti sono stati ampiamente accusati di aver causato un aumento nazionale dello svapo tra gli adolescenti.

Il procuratore generale del Connecticut William Tong ha annunciato martedì l'accordo a nome degli stati e di Porto Rico, che si sono uniti nel 2020 per rivedere le prime promozioni e affermazioni di Juul sulla sicurezza e i vantaggi della sua tecnologia come alternativa al fumo.

L'accordo pone fine a una delle più grandi minacce legali che la società deve affrontare, che deve ancora affrontare nove cause legali separate da altri stati. Inoltre, Juul deve affrontare centinaia di cause legali personali intentate per conto di adolescenti e altri che affermano di essere diventati dipendenti dai prodotti di svapo dell'azienda.

Secondo un comunicato, l'indagine statale ha scoperto che Juul prendeva di mira adolescenti minorenni con feste di lancio, omaggi gratuiti di prodotti, pubblicità e post sui social media utilizzando modelli giovanili.

"Grazie a questo accordo, ci siamo assicurati centinaia di milioni di dollari per contribuire a ridurre l'uso di nicotina e abbiamo costretto Juul ad accettare una serie di termini rigorosi per porre fine al marketing rivolto ai giovani e reprimere le vendite ai minori", ha detto Tong in un comunicato stampa.

I 438,5 milioni di dollari saranno pagati in un periodo compreso tra sei e dieci anni. Tong ha affermato che il pagamento del Connecticut, di almeno 16 milioni di dollari, andrà alla prevenzione dello svapo e agli sforzi educativi. Juul aveva precedentemente risolto cause legali in Arizona, Louisiana, Carolina del Nord e Washington.

Eliminazione dei sapori fruttati e dolci

La maggior parte delle restrizioni imposte dall'accordo di martedì non influenzeranno le attuali pratiche di Juul, che aveva smesso di utilizzare feste, omaggi gratuiti e altre promozioni dopo essere stato posto sotto sorveglianza diversi anni fa.

L’uso delle sigarette elettroniche da parte degli adolescenti è salito alle stelle dopo il lancio di Juul nel 2015, spingendo la Food and Drug Administration (FDA) statunitense a dichiarare una “epidemia” di svapo tra gli adolescenti. Gli esperti sanitari hanno avvertito che questo aumento senza precedenti rischia di agganciare una generazione di giovani alla nicotina.

Ma dal 2019, Juul è in gran parte tornato indietro, eliminando tutta la pubblicità negli Stati Uniti e rimuovendo i suoi sapori fruttati e dolci dagli scaffali dei negozi.

Il colpo più grande è arrivato all’inizio di quest’estate quando la FDA ha deciso di bandire dal mercato tutti i prodotti per lo svapo Juul. Juul ha contestato la decisione in tribunale e da allora la FDA ha riaperto la revisione scientifica della tecnologia dell'azienda.

Questa revisione della FDA fa parte di uno sforzo complessivo da parte delle autorità di regolamentazione per monitorare l’industria multimiliardaria dello svapo dopo anni di ritardi normativi. L'agenzia ha autorizzato una manciata di sigarette elettroniche per i fumatori adulti che cercano un'alternativa meno dannosa.

Una strategia di marketing rivista

Mentre il marketing iniziale di Juul si rivolgeva ai consumatori giovani e urbani, da allora l'azienda è passata alla promozione del suo prodotto come fonte alternativa di nicotina per i fumatori più anziani.

“Rimaniamo concentrati sul nostro futuro mentre adempiamo alla nostra missione di far passare i fumatori adulti dalle sigarette – la principale causa di morte prevenibile – allo svapo, combattendo al tempo stesso l’uso da parte dei minorenni”, ha affermato la società in una nota.

Juul ha accettato di astenersi da molte pratiche di marketing come parte dell'accordo. Ciò include non utilizzare cartoni animati, non pagare influencer sui social media, non mostrare persone sotto i 35 anni, non fare pubblicità sui cartelloni pubblicitari e sui trasporti pubblici e non inserire annunci pubblicitari nei media il cui pubblico non è composto per l’85% da adulti.

L'accordo include anche restrizioni su dove i prodotti Juul possono essere collocati nei negozi, verifica dell'età per tutte le vendite e limiti sulle vendite online e al dettaglio.

Inizialmente Juul vendeva i suoi baccelli ad alto contenuto di nicotina in gusti come mango, menta e panna. Questi prodotti sono diventati una piaga nelle scuole superiori americane, con gli studenti che svapano nei bagni e nei corridoi tra una lezione e l’altra.

Tuttavia, recenti dati federali mostrano che gli adolescenti si allontanano sempre più dal mondo degli affari. La maggior parte degli adolescenti ora preferisce le sigarette elettroniche usa e getta, alcune delle quali continuano ad essere vendute con gusti dolci e fruttati.

Nel complesso, l’indagine ha mostrato un calo di quasi il 40% nei tassi di svapo tra gli adolescenti, molti dei quali costretti a studiare a distanza durante la pandemia. Tuttavia, i funzionari federali hanno messo in guardia dall’interpretare questi risultati perché sono stati raccolti online per la prima volta, invece che raccolti in classe.

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Editor-in-chief di Vapoteurs.net, il sito di riferimento per le notizie sullo svapo. Impegnata nel mondo dello svapo dal 2014, lavoro ogni giorno per assicurarmi che tutti i vapers e i fumatori siano informati.