BELGIO: Replay del programma "Questions à la Une" sulle sigarette elettroniche

BELGIO: Replay del programma "Questions à la Une" sulle sigarette elettroniche

Ieri, in Belgio è stato trasmesso un programma dedicato alla sigaretta elettronica. In questo rapporto « Domande nei titoli "In RTBF, l'obiettivo era informare gli spettatori ponendo questa semplice domanda" La sigaretta elettronica è un miracolo o una minaccia?". Per chi non avesse avuto modo di vederlo, ecco il replay dello spettacolo.


L'E-SIGARETTA, UN BUON ATTREZZO PER FERMARE IL FUMARE


In Europa, 6 milioni di fumatori hanno interrotto la tradizionale sigaretta grazie alla sigaretta elettronica. per Vincent Bayerper esempio, la sigaretta elettronica era miracolosa. È stato un fumatore da 30 anni fa quando ha scoperto la sigaretta elettronica: " Grazie alla sigaretta elettronica e alla progressiva riduzione del tasso di nicotina, sono riuscito a smettere di fumare completamente la sigaretta e anche la sigaretta elettronica. Quindi, ora, non fumo più niente. »

Per gli specialisti del tabacco come Laurie Chitussi (CHR Verviers), la sigaretta elettronica non è una cura miracolosa per smettere di fumare: " Lo considero piuttosto uno strumento aggiuntivo non di prima linea. È lontano dal miracoloso. Ci sono persone che l'hanno usato senza successo. Ma è comunque uno strumento perché per alcune persone è necessario e utile avere qualcosa per compensare il gesto. Non lo usiamo in prima linea perché al momento non siamo ancora sicuri degli effetti a lungo termine. Viene utilizzato da una prospettiva di riduzione del rischio. È meglio che la persona fumi la sigaretta elettronica rispetto alla sigaretta normale. "

[contentcards url = »http://vapoteurs.net/belgique-cigarette-electronique-lemission-contre-de-rtl-tvi/»]

Secondo gli studi, la sigaretta elettronica sembra sicura a breve e medio termine. D'altra parte, ci sono sempre punti interrogativi a lungo termine a causa dei coloranti e dei prodotti aromatici usati nella sigaretta elettronica.


UN MERCATO CHE È DIVENUTO GLOBALE


Inventata 13 anni fa in Cina, la sigaretta elettronica è ora in tutto il mondo. Il business dello svapo sta andando bene ed è persino diventato "trendy". Sempre più negozi di sigarette elettroniche stanno nascendo come quello in Julien Bovy a Bruxelles. Per lui, gli affari vanno così bene che ogni giorno Julien pensa di rubare quote di mercato all'industria del tabacco: " SPrendo l'idea che un fumatore spenderà 2500 € all'anno per il suo tabacco, immaginiamo che lo farà ancora per 20 anni, è 50 000 €. Se ho dieci fumatori che si sono fermati, ho preso 500 000 € per l'industria del tabacco. Lo moltiplichi per tutti i negozi del mondo. Capisci quindi la posta colossale che questo rappresenta. »

[contentcards url = »http://vapoteurs.net/belgique-taxation-de-e-cigarette-traitee-rtbf/»]

Ma una nuova direttiva europea preoccupa il mondo dello svapo. La sigaretta elettronica d'ora in poi sarà considerata un prodotto del tabacco con vincoli simili: divieto di pubblicizzarla, divieto di vendita su Internet o divieto di vendere bottiglie troppo grandi. Per molti, queste nuove regole favoriranno l'industria del tabacco a scapito della sigaretta elettronica.

Fonte : Rtbf.be/  Video : Pascal Schepers

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Editor-in-chief di Vapoteurs.net, il sito di riferimento per le notizie sullo svapo. Impegnata nel mondo dello svapo dal 2014, lavoro ogni giorno per assicurarmi che tutti i vapers e i fumatori siano informati.