Top banner
EUROPA: un eurodeputato ecologista sostiene la tassazione delle sigarette elettroniche!

EUROPA: un eurodeputato ecologista sostiene la tassazione delle sigarette elettroniche!

A livello europeo, non ci sono molti supporti per le sigarette elettroniche. Di recente è l'eurodeputato Michèle Rivasi (Europa Ecologia I Verdi) che ha parlato dello svapo e tanto da dire che non offre davvero il suo supporto per questo metodo a questa alternativa a rischio ridotto.


“LO STESSO LIVELLO DI VIGILANZA DEL TABACCO! " 


In una recente intervista ai nostri colleghi di Euractiv, l'eurodeputato Michèle Rivasi (Europa Ecologia I Verdi) si è chiaramente espresso contro le sigarette elettroniche e una possibile riduzione dell'esenzione fiscale per questa alternativa a basso rischio.

 » Solo perché le sigarette elettroniche sembrano essere meno tossiche dei prodotti del tabacco convenzionali, non significa che dovrebbero beneficiare di normative "snelle".  "- Michèle Rivasi

In questa intervista totalmente dedicata alla sigaretta elettronica, capiamo subito che non dovremmo contare sul sostegno dell'eurodeputato nella lotta per alternative convenienti ed efficaci al fumo: " La sigaretta elettronica è un prodotto che deve essere trattato con lo stesso livello di vigilanza dei prodotti del tabacco, adattandosi alle sue specificità. Questa è tutta la difficoltà di questa gamma di prodotti apparsa quindici anni fa. Per noi Verdi, se l'uso della sigaretta elettronica pretende di essere un'alternativa al tabacco, come prodotto sostitutivo, dobbiamo considerare le sigarette elettroniche come un dispositivo medico, allo stesso modo delle gengive o dei cerotti che sono prodotti farmaceutici. ".

Tra ignoranza e denigrazione, l'eurodeputato chiaramente non sembra prendere la misura dello svapo nel smettere di fumare: 

 » Siamo quindi allo stesso tempo in presenza di un prodotto, o di un uso, che sia un aiuto per ridurre il consumo di tabacco da parte dei fumatori dimostrando di essere una porta di accesso al fumo. Queste apparenti contraddizioni spiegano le dichiarazioni dell'OMS che affermano che le sigarette elettroniche sono "indiscutibilmente dannose" e il fatto che le sigarette elettroniche fanno parte del mondo del tabacco.

 

I massicci investimenti dei colossi del tabacco in questo nuovo settore dimostrano questa continuità. Del resto, diciamocelo, gli esperti restano divisi sul fatto che si tratti di un consumo a rischio o meglio di una popolazione a rischio, che avrebbe comunque assaggiato il tabacco. Entrambe le parti esistono, affrontiamole. ".

Per chiarire in qualche modo il punto, l'eurodeputata porta la sua analisi alla domanda: " C'è un posto per le sigarette elettroniche nel piano europeo di lotta contro il cancro?  "durante la risposta:

 La sigaretta elettronica è senza dubbio un prodotto che riduce il rischio, ma non è la panacea che i suoi seguaci - e le aziende dietro di loro - vogliono farci credere. Restiamo vigili! " 

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Avendo una formazione in specialista della comunicazione, mi prendo cura da un lato dei social network Vapelier OLF ma sono anche editore di Vapoteurs.net.