MORANDINI: la reazione del Prof. B. Dautzenberg al rapporto della DGCCRF!

MORANDINI: la reazione del Prof. B. Dautzenberg al rapporto della DGCCRF!

Le Pr Bertrand DAUTZENBERG, ppneumologo presso l'ospedale Pitié Salpêtrière e un solito difensore della sigaretta elettronica hanno voluto rispondere al clamore che circonda il rapporto del DGCCRF nello spettacolo di Jean Marc Morandini  » La grande salute diretta".


Sigarette elettroniche: 9 sigarette elettroniche su 10 non sono conformi alle normative. Dobbiamo essere preoccupati?


Bertrand Dautzenberg : "Questa indagine è spaventosa, ma dobbiamo vedere da dove viene questa. Bercy che ha la supervisione di Seita ci sono ancora 20 anni, Bercy che ha la supervisione dell'industria del tabacco ha anche quella della DGCCRF. E poiché tra 10 giorni si vota in parlamento, ho la ferma convinzione che un giornalista investigativo dovrebbe andare a porre al gabinetto di Bercy la domanda che sono loro ad aver organizzato questo grande rumore mediatico. , e che inoltre sul fondo non include nulla. Ma ovviamente sentiamo che è organizzata, è una campagna pro-tabacco per dire alla gente di non smettere di fumare, stare con la sigaretta, sicuramente questa ti uccide ma ci porta un po 'di soldi a me compagnia del tabacco , a me tabaccaio e quindi dobbiamo continuare a comprare. È uno scandalo totale e assoluto e tutta la stampa si sta buttando dentro senza andare oltre e questo non è normale.

È una vera indagine ma l'uscita orchestrata di ieri sera è davvero organizzata e dovremmo andare a chiedere, non vedo altra spiegazione per il fatto che venga fuori così.

Tutto ciò viene fatto per attaccare tutto ciò che attacca l'industria del tabacco, tutto ciò che compete con il tabacco e quindi le sigarette elettroniche sono un cattivo prodotto per l'industria del tabacco.

Sulla base dell'indagine, probabilmente c'erano e-liquid che non includevano tappi di sicurezza per bambini, non ne ho mai visto uno come questo ma forse esiste. Per caricabatterie che non funzionano correttamente e creano scosse elettriche non ho mai visto incidenti su di essi. Successivamente le etichette potrebbero non essere conformi ma il DGCCRF non è in grado di dirci cosa sia una sigaretta elettronica conforme, cosa deve essere sull'etichetta.

Nel 2014, a Marsiglia ha detto che era tossico per ingestione ea Parigi ha detto che era tossico per la pelle, quindi abbiamo informazioni diverse. Quando interpretiamo la regolamentazione delle sostanze pericolose in modo scientifico, gli e-liquid non dovrebbero contenere un teschio (nessuna croce di sant'andré) è quello che dicono ad esempio i tedeschi. Mentre questo regolamento dovrebbe essere un'armonizzazione delle organizzazioni globali, ogni paese fa un po 'a modo suo e la DGCCRF in questa salsa sembra essere sicura di ciò che sta dicendo. Per rimproverare qualcuno di non avere un'etichetta conforme quando non si sa cosa fosse un'etichetta conforme, è il mondo sottosopra.

Per l'affidabilità della nicotina, i nuovi standard AFNOR prevedono un margine del 5% quando ci si aspetta che il tabacco sia entro il 15%, quindi l'incertezza per il tabacco è molto maggiore di quella per le sigarette elettroniche. Sono stati compiuti grandi progressi tra il 2013 e il 2015, gli e-liquid sono notevolmente migliorati.

La DGCCRF deve davvero fare il suo lavoro, ma il rilascio di questo rapporto è davvero un'operazione di comunicazione e rilanciato dai media per sostenere sigarette e sigarette uccide 200 persone al giorno, è un abisso finanziario, lo è uno scandalo assoluto che i nostri ministri si divertano con queste cose. "

Dati raccolti e ritrasmessi per iscritto da Vapoteurs.net

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

CEO di Vapelier OLF ma anche editore di Vapoteurs.net, è con piacere che lascio la mia penna per condividere con voi le notizie dello svapo.