Top banner
POLITICA: Elisabeth Borne, Primo Ministro, buone notizie per lo svapo?

POLITICA: Elisabeth Borne, Primo Ministro, buone notizie per lo svapo?

Al momento della scoperta del nuovo governo francese, l'entusiasmo potrebbe essere palpabile per il mondo dello svapo che trova Elisabeth Borne, un primo ministro esperto di sigarette elettroniche. Questa è una buona notizia però? Attenti alla doccia fredda e soprattutto alla giurisprudenza” Olivier Véran che ha finito per voltare le spalle all'unica alternativa credibile al tabacco.


UN TRADITORE, UN VAPOTE E UN DISTRUTTORE...


La speranza rinasce e muore quasi sempre altrettanto rapidamente quando si tratta di svapare in Francia. Governo dopo governo, non cambia nulla, peggio ancora, le normative europee diventano sempre più essenziali e danneggiano molto un'alternativa che è comunque efficace di fronte alla piaga del fumo.

ultima speranza, Olivier Véran, un ministro della Salute, un vero supereroe e difensore dello svapo da anni. Ma alla fine ha tradito le sue convinzioni e soprattutto le nostre dichiarando l'anno scorso sullo svapo che c'era" nessuna prova indiscutibile della sua efficacia come aiuto all'abbandono. ".

Quindi possiamo davvero essere sbalorditi dall'arrivo di un primo ministro che svapa? A prima vista, come utente, Elisabetta Borne conosce l'interesse e il valore dello svapo nella lotta al fumo ma è sul suo nuovo Ministro della Salute che dovrà contare per decisioni importanti. Ed è allora che le cose vanno di nuovo storte perché Brigitte Bourguignon, il nuovo ministro preposto alla salute sembra avere alle spalle dei veri e propri carri. Secondo diversi specialisti della salute, è il “ dMP sotto Hollande che ha approvato tutte le leggi che hanno danneggiato molto l'ospedale pubblico sotto Hollande  » inoltre molti lo dichiarano « nel suo CV non vediamo qualcuno che cambierà le cose“. Cosa essere ottimisti per i mesi o gli anni a venire.

Brigitte Bourguignon – Ministro della Salute

Inoltre, diversi punti di blocco potrebbero non aiutare lo svapo in futuro. Innanzitutto la situazione dell'ospedale che oltre al Covid-19 sta attraversando una grave crisi e questa sarà ovviamente la missione principale del nuovo Ministro della Salute. Poi, l'onnipresenza dell'Unione Europea nelle decisioni e nella politica che riguarda lo svapo.

Per l'immagine dello svapo, avere un Primo Ministro dello svapo è positivo, tuttavia non bisogna sperare in un miracolo dopo la gestione catastrofica dei precedenti governi sul tema dello svapo e la lotta al fumo.

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Avendo una formazione in specialista della comunicazione, mi prendo cura da un lato dei social network Vapelier OLF ma sono anche editore di Vapoteurs.net.

Pop-up di Natale