Top banner
Top banner
SALUTE: Nonostante il ritorno del fumo, l'OMS non vuole più sentir parlare di svapo

SALUTE: Nonostante il ritorno del fumo, l'OMS non vuole più sentir parlare di svapo

È un fatto di angosciante tristezza che però è durato troppo a lungo. Abituato a decidere tra quattro mura e totalmente isolato dalla realtà, ilOMS (Organizzazione mondiale della sanità) ancora non voglio sentire parlare dello svapo come soluzione al fumo. Di conseguenza, il consumo di tabacco è in aumento negli Stati Uniti, anzi, senza una reazione rapida, l'OMS rischia 200 milioni di vite che potrebbero essere salvate.


200 MILIONI DI PERSONE POTREBBERO PASSARE AL VAPING!


Questa è una cifra pazzesca che tuttavia indica il fallimento di un'istituzione che dovrebbe proteggere la popolazione mondiale. In un momento di pandemia che colpisce il mondo intero, il problema del fumo rimane ancora irrisolto anche se esiste l'alternativa con la riduzione del rischio: Lo svapare.

Tuttavia, il mese scorso due Conferenze delle Parti (COP) ha avuto luogo, entrambi con l'obiettivo finale di salvare vite umane. Ma il contrasto non potrebbe essere più netto. Mentre la COP 26 ha coinvolto tutte le parti interessate e ha sottolineato la trasparenza per affrontare le sfide del cambiamento climatico, la COP 9 della Convenzione quadro dell'OMS sul controllo del tabacco (FCTC), che dovrebbe combattere il fumo, si è svolta ancora una volta a porte chiuse, con l'esclusione di ogni opinione dissenziente.

Questo è un grosso problema, poiché le raccomandazioni della FCTC COP riguardano milioni di persone. Se ascoltassero la scienza e le voci di innumerevoli consumatori, 200 milioni di vite potrebbe essere salvato. Questo processo decisionale opaco e l'ostilità generale di organizzazioni come l'OMS contro lo svapo stanno già avendo conseguenze negative nella vita reale.


IL FUMO TORNA IN VIGORE, CHI VUOLE NON SAPERE NULLA!


Come indicato Amanda volante, professore di salute mentale, il fumo è in aumento per la prima volta da decenni negli Stati Uniti. La ragione principale di ciò è che il paese è passato da un approccio aperto allo svapo a uno sempre più ostile. L'OMS ha un'influenza ancora maggiore nei paesi a basso e medio reddito. Pertanto, le sue raccomandazioni anti-svapo avranno un effetto negativo ancora maggiore in questi paesi.

Se l'OMS vuole avere successo nella lotta al fumo, le sue alternative devono essere attraenti per i fumatori. Veronique Trillet-Lenoir, deputato al Parlamento europeo (MEP), responsabile del piano europeo per " Batti il ​​cancro“, recentemente sottolineato: « Cerchiamo di far coincidere l'interesse alla riduzione del rischio con l'eliminazione del rischio che a volte è utopico. Ridurre il rischio è più pragmatico« .

Lo svapo è il modo più efficace per smettere di fumare per sempre: la scienza lo dimostra e i milioni di persone che hanno smesso di fumare in questo modo. Ma affinché questo metodo abbia successo, lo svapo deve essere conveniente e facilmente accessibile, le persone devono essere sufficientemente informate sui suoi benefici e avere una varietà di aromi che non ricordino il gusto delle sigarette. Se qualcuno di questi diritti viene limitato, molte persone torneranno a fumare e interromperanno i progressi già compiuti.

È incomprensibile che l'OMS continui su un percorso ostile allo svapo e rischi di invertire gli enormi progressi che abbiamo visto negli ultimi decenni attraverso alternative meno dannose.

 

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Editor-in-chief di Vapoteurs.net, il sito di riferimento per le notizie sullo svapo. Impegnata nel mondo dello svapo dal 2014, lavoro ogni giorno per assicurarmi che tutti i vapers e i fumatori siano informati.