SALUTE: una nuova violenta accusa dell'OMS contro lo svapo attraverso un rapporto

SALUTE: una nuova violenta accusa dell'OMS contro lo svapo attraverso un rapporto

ilOrganizzazione mondiale della sanità (OMS) non si ferma mai quando si tratta di affrontare lo svapo a tal punto da diventare una cattiva abitudine che si traduce in rapporti violenti più volte all'anno. Più preoccupato per i potenziali effetti dello svapo che per i danni del fumo, più preoccupato per lo svapo che per il comportamento dell'industria farmaceutica, l'OMS pubblica un nuovo rapporto prodotto in collaborazione con Bloomberg Philanthropies.


 »FARE UNA NUOVA GENERAZIONE DIPENDENTE DALLA NICOTINA! " 


Un nuovo rapporto de L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) di recente ha dato fuoco al web. Inserito martedì da Tedros Adhanom Ghebreyesus, il capo dell'agenzia delle Nazioni Unite e prodotto in collaborazione con Bloomberg Philanthropies, questo rapporto avvelenato è un vero attacco contro lo svapo.

Il loro obiettivo è semplice: rendere una nuova generazione dipendente dalla nicotina. Non possiamo permettere che ciò accada - Michael R. Bloomberg

« La nicotina crea un'elevata dipendenza e gli inalatori elettronici di nicotina sono pericolosi e devono essere regolati meglio È la vergognosa conclusione di Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'OMS.

« Laddove tali dispositivi non siano vietati, i governi dovrebbero adottare politiche appropriate per proteggere le proprie popolazioni dai danni degli inalatori elettronici di nicotina e per impedirne l'uso da parte di bambini, adolescenti e altri gruppi vulnerabili. '.

 


CONTINUA A VIETARE O REGOLARE FORTEMENTE LO SVAPORE!


Ad oggi, 32 paesi hanno vietato la vendita di inalatori elettronici di nicotina. Altri settantanove hanno adottato almeno una misura parziale per vietarne l'uso nei luoghi pubblici, vietare la pubblicità, la promozione e la sponsorizzazione, o richiedere l'esposizione di avvertenze sanitarie sulle confezioni. Ciò significa che ci sono ancora 84 paesi in cui non sono soggetti ad alcuna forma di regolamentazione o restrizione.


Michael R. Bloomberg
, Ambasciatore globale dell'OMS per le malattie e le lesioni non trasmissibili e fondatore di Bloomberg Philanthropies, ha dichiarato: “ Più di un miliardo di persone nel mondo fumano ancora. E poiché le vendite di sigarette sono crollate, le aziende produttrici di tabacco hanno lanciato un marketing aggressivo di nuovi prodotti - come sigarette elettroniche e prodotti del tabacco riscaldato - e hanno fatto pressioni sui governi per limitare la regolamentazione. Il loro obiettivo è semplice: rendere una nuova generazione dipendente dalla nicotina. Non possiamo permettere che ciò accada. »

Le Dott. Rüdiger Krech, Direttore del Dipartimento per la promozione della salute dell'OMS, ha evidenziato le sfide legate alla regolamentazione di questi prodotti. " Questi prodotti sono estremamente diversificati e si evolvono rapidamente. Alcuni possono essere modificati dal consumatore, in modo che la concentrazione di nicotina e i livelli di rischio siano difficili da regolare. Altri sono commercializzati con l'etichetta "nicotine free", ma dopo l'analisi spesso sembra che contengano l'elemento che crea dipendenza. Può essere quasi indistinguibile dai prodotti contenenti nicotina da altri, o anche da alcuni prodotti contenenti tabacco. Questo è solo uno degli schemi che l'industria ha messo in atto per aggirare e minare le misure di controllo del tabacco.  »

In conclusione, il rapporto dell'OMS afferma che mentre gli inalatori elettronici di nicotina devono essere regolamentati per proteggere al meglio la salute pubblica, il controllo del tabacco deve continuare a concentrarsi sulla riduzione del consumo di tabacco in tutto il mondo. Chiaramente, capisci che dobbiamo dare potere e controllo totale all'industria farmaceutica.

 

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Editor-in-chief di Vapoteurs.net, il sito di riferimento per le notizie sullo svapo. Impegnata nel mondo dello svapo dal 2014, lavoro ogni giorno per assicurarmi che tutti i vapers e i fumatori siano informati.