Top banner
SOCIETÀ: 60 milioni di consumatori segnalano il pericolo delle sigarette elettroniche usa e getta.

SOCIETÀ: 60 milioni di consumatori segnalano il pericolo delle sigarette elettroniche usa e getta.

È una specie di clamore del momento. La "Puff" o sigaretta elettronica usa e getta sta guadagnando sempre più seguaci che a volte sono giovani o addirittura giovanissimi. In un recente articolo, i nostri colleghi di 60 milioni di consumatori non esitate a castigare questi prodotti che, nonostante la loro utilità, “non hanno nulla di insignificante”.


IL PUFF, UNA VERA TRAPPOLA PER ADOLESCENTI?


Per anni, questo sembra essere l'eterno dibattito. C'è un vero legame tra lo svapo e la giovinezza? Dopo gli e-liquid fruttati, i podmod, è il turno dei " Soffio o sigaretta elettronica usa e getta per finire sul banco degli imputati. Per la sua parte, 60 milioni di consumatori si riferisce a un prodotto con " i colori sono accattivanti "E" accessibile » venduto da « numero di adolescenti sotto copertura nei parchi giochi“. Un po' riduttivo no?

In una sempre logica preoccupazione di responsabilità, i genitori invece di educare i propri figli accusano la società, i produttori e i venditori del bignè: « Mio figlio di 12 anni, in quinta elementare, ha ricevuto una sigaretta elettronica usa e getta da un altro studente. È stato scritto che c'erano 20 mg/ml di nicotina, ma il carattere è minuscolo, si vede a malapena. » possiamo leggere nei nostri colleghi.

60 milioni di consumatori sembrano anche preoccupati per l'aspetto “ecologico” di questo prodotto, che va gettato nelle scatole per batterie usate o rifiuti elettronici. Ridicolo, i nostri colleghi mescolano anche i generi chiedendosi se “ un adolescente che ha comprato il suo vaporizzatore sotto il cappotto lo getterà in un baule alimentato a batteria? ".

Altezza dell'ipocrisia, un lettore arriva al punto di dichiarare « Non vi è alcuna indicazione che possa causare assuefazione. Non capisco perché sull'oggetto non sia presente almeno un simbolo che indichi la pericolosità del prodotto '. Ovviamente, questa affermazione è totalmente erronea e va addirittura contro ciò che offre il 99% dei produttori e rivenditori che hanno a cuore la salute dei propri clienti. Perché infatti alcuni media e associazioni dimenticano che la sigaretta elettronica esiste per compensare il fumo, a vera peste.

Eppure resta molto più facile criticare un prodotto sicuramente tutt'altro che perfetto ma così utile ed efficace. La nicotina, un vero sacco da boxe da troppo tempo anche se la popolazione consuma in abbondanza antidepressivi, codeina e morfina per alleviare il dolore senza mai pensare a chi ne è dipendente. Quindi, non dobbiamo negare nulla, alcuni adolescenti usano effettivamente le sigarette elettroniche, usa e getta o meno, ma è questo un motivo per farne un vero "mostro" anche se probabilmente milioni di persone stanno evitando tumori e malattie? questi stessi prodotti al posto del tabacco?

Oggi, sarebbe bene meditare senza dimenticare che un adolescente non è più al sicuro con una lattina di soda, un fast food, una dipendenza da smartphone che con un semplice “sbuffo”. Il mondo dello svapo attende da anni il numero di decessi attribuiti alle sigarette elettroniche… invano!

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Appassionato di giornalismo, ho deciso di unirmi al team editoriale di Vapoteurs.net in 2017 per occuparmi principalmente di notizie di vape in Nord America (Canada, Stati Uniti).

Pop-up di Natale