Top banner
SOCIETÀ: "Puff", tra preoccupazione e confusione nel mondo dello svapo

SOCIETÀ: "Puff", tra preoccupazione e confusione nel mondo dello svapo

Si tratta di un nuovo fenomeno che sta ostacolando il sano sviluppo dello svapo, un vero e proprio strumento di riduzione del rischio di fronte al fumo. A fine 2021 il " Soffio » arriva e centinaia di utenti del social network Tiktok promuovere il prodotto tramite video. Dopo il fenomeno Juul“, questo nuovo prodotto accessibile ai giovani sta creando vera e propria confusione nel mondo dello svapo. Il Fivape lei stessa è preoccupata e da dicembre suona l'allarme.


"PUFF" O VAPE PEN, UN PRATICO STRUMENTO CHE DEVE ESSERE GUARDATO!


Con il suo Puff, Liquideo è particolarmente mirato all'espansione di questo nuovo fenomeno tra i giovani. Tuttavia, questa azienda specializzata nello svapo non è l'unica ad offrire questo genere di prodotti semplici e purtroppo troppo accessibili ai giovani. Dobbiamo davvero incolpare il produttore o dovremmo piuttosto rivolgerci a rivenditori che non rispettano la normativa vigente?

« Mi dispiace davvero, non succederà più “, lampante esempio di manager del tabaccaio che ha appena ricevuto la chiamata da una madre rimontata. Infatti suo figlio, uno studente delle superiori, ha comprato un puff, questa sigaretta elettronica usa e getta vietata in vendita ai minori.

Entro la fine del 2021, centinaia di utenti dei social network Tiktok promuovere il prodotto tramite video. Quanto a " Juul“, esplode il fenomeno. Studenti di college e scuole superiori affollano i tabaccai. Dobbiamo vendere da 70 a 80 boccate a settimana. Cerchiamo di stare attenti a chi li vendiamo. Ogni giorno 5 o 6 minatori cercano di "barare" e comprarne alcuni da noi “dice il gestore di un tabaccaio.

Attraverso un comunicato stampa, il FIVAPE lancia l'allarme e dichiara di aver denunciato il fenomeno già a dicembre inviando segnalazioni al DGCCRF, la MILDECA con DGS. Jean Moiroud, il Presidente della FIVAPE dichiara da parte sua: » Questi prodotti creano confusione tra i prodotti di svapo. Lo svapo è uno strumento di riduzione del rischio, il cui obiettivo è aiutare i grandi fumatori a smettere di fumare. Questi modelli usa e getta hanno un prezzo e una facilità d'uso che li rendono accessibili ai più piccoli ".

Confezione colorata e gusto dolce," il prodotto non è destinato a persone sulla cinquantina. Il target principale sono i giovani », Slice Alain Didier, capo del centro delle vie respiratorie presso l'ospedale universitario di Tolosa. il pneumologo assicura: Molti professionisti condividono la stessa preoccupazione. Il gusto avvincente delle boccate e il livello di nicotina in esse presente (tra lo 0% e l'1.7%, ndr) inducono una rapida dipendenza. Più tardi, i giovani potrebbero cercare questa sensazione nel tabacco e in altri derivati. ".

Peggio ancora, alcuni si impegnano in un vero e proprio “mercato nero” di questi prodotti diffusi tra i giovani. Alcuni hanno visto crescere il fenomeno su Tiktok e hanno intrapreso un'attività redditizia acquistando centinaia di "Puff" e poi offrendoli ai giovani. C'è chi arriva a proporre una formula con consegna:” sul suo account Snapchat: un “Puff” acquistato, 1 bustina di caramelle e un caprisun (succo di frutta) offerto. ".

Quindi che si fa? Perché alla fine questi prodotti non sono né più né meno che prodotti da svapo la cui vocazione è quella di smettere di fumare. Purtroppo questo genere di abusi è in aumento, e rischiano di confermare molto chiaramente l'utilità ineludibile di nuove rigide direttive sullo svapo dei prodotti.

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Avendo una formazione in specialista della comunicazione, mi prendo cura da un lato dei social network Vapelier OLF ma sono anche editore di Vapoteurs.net.