Sniffy: Verso il divieto della controversa polvere energetica

Sniffy: Verso il divieto della controversa polvere energetica

SNIFFY: COS'È QUESTA “POLVERE BIANCA” CHE TANTA VOLUME NEI BRUCIATORI DI TABACCO E CHE VIENE CONSUMATA COME LA COCAINA?

Il prodotto “Sniffy”, commercializzato come energizzante in polvere, ha suscitato notevoli polemiche a causa della sua somiglianza con il consumo di cocaina (la polvere viene consumata per inalazione nasale, come la cocaina!). Il ministro della Sanità, Frédéric Valletoux, ha recentemente annunciato la sua intenzione di vietarlo rapidamente. Questo prodotto, venduto online e in alcune tabaccherie al prezzo di 14,90 euro, contiene sostanze come l-arginina e caffeina.

Sebbene il marchio affermi che “Sniffy” è conforme alla legislazione vigente, le critiche arrivano da diversi professionisti, tra cui sindacati di polizia, tabaccai e specialisti delle dipendenze. Philippe Coy, presidente della Confederazione dei tabaccai, ha espresso ferma contrarietà alla sua commercializzazione, mentre il dottor William Lowenstein di SOS Dipendenze mette in guardia dai rischi di banalizzazione del farmaco e dai pericoli per le persone con problemi cardiaci.

La reazione del governo si inserisce in un contesto più ampio di lotta contro i prodotti dannosi per i giovani, illustrato dal recente disegno di legge volto a vietare le sigarette elettroniche monouso, adottato in prima lettura dall'Assemblea nazionale nel dicembre 2023.

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

CEO di Vapelier OLF ma anche editore di Vapoteurs.net, è con piacere che lascio la mia penna per condividere con voi le notizie dello svapo.