Top banner
Top banner
STUDIO: Covid-19 e nicotina, ricerca condotta da AP-HP.

STUDIO: Covid-19 e nicotina, ricerca condotta da AP-HP.

La sigaretta elettronica potrebbe proteggere i suoi utenti da una forma grave di covid-19 (coronavirus)? Dal 10 aprile, quando la Francia non ha completato il suo primo mese di reclusione, si pone l'interrogatorio sul ruolo della nicotina nella protezione contro il covid-19. Oggi tre studi, due dei quali già in corso, cercheranno di rispondere a questa domanda!


OBIETTIVO: SAPERE SE LA NICOTINA PROTEGGE I PAZIENTI DA COVID!


Questa è una teoria che i ricercatori dell'AP-HP (Assistance publique - Hôpitaux de Paris) cercheranno di dimostrare attraverso tre studi, due dei quali sono già in corso. Consistono nel distribuire ai non fumatori tanti cerotti alla nicotina quanti sono i placebo.

I primi due studi riguardano pazienti già affetti da Covid-19, ricoverati in unità di cura (studio Nicovid) e in unità di terapia intensiva (Nicovid Rea). " L'obiettivo è sapere se la nicotina protegge i pazienti da una progressione verso una prognosi sfavorevole ", evidenziato Zahir Amoura, capo del dipartimento di medicina interna 2, malattie autoimmuni e sistemiche dell'ospedale Pitié-Salpêtrière di Parigi.

Il terzo studio (Nicovid Prev) si concentrerà su 1 non fumatori (medici e personale ospedaliero, medici privati, personale di case di cura). Anche loro indosseranno cerotti alla nicotina, o placebo, per circa sei mesi: " Prendiamo una popolazione esposta al rischio di avere il Covid, specifica il professore. L'idea è vedere se l'applicazione di questi cerotti provoca meno infezioni. ".

Se i risultati sono conclusivi, si potrebbe prendere in considerazione la prospettiva di sviluppare un trattamento a base di nicotina.

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Appassionato di giornalismo, ho deciso di unirmi al team editoriale di Vapoteurs.net in 2017 per occuparmi principalmente di notizie di vape in Nord America (Canada, Stati Uniti).