Top banner
Top banner
TABACCO: il capo della Philip Morris chiede il divieto di sigarette nel 2030

TABACCO: il capo della Philip Morris chiede il divieto di sigarette nel 2030

È la sorpresa di vedere anche la costernazione! Si tratta in ogni caso di un annuncio che può sorprendere. Il CEO del produttore di sigarette Philip Morris International, che gestisce i marchi Marlboro, Chesterfield o L&M, ha infatti sostenuto, in un'intervista rilasciata a Domenica Telegraph, il 24 luglio, per il divieto delle sigarette nel 2030 in alcuni paesi. 


"POSSIAMO VEDERE UN MONDO SENZA SIGARETTE" 


In un'intervista rilasciata a Domenica Telegraph, il 24 luglio, Jacek Olczak, l'amministratore delegato del produttore di sigarette Philip Morris International ha sorpreso molti sostenendo un divieto delle sigarette nel 2030 in alcuni paesi.

« Possiamo vedere il mondo senza sigarette. E infatti, prima succede, meglio è per tutti", Ha detto Jacek Olczak al quotidiano britannico prima di aggiungere:" Con le giuste normative e le giuste informazioni, in alcuni paesi può succedere in 10 anni".

Nel mirino del colosso, in particolare, tabacco riscaldato e svapo Nel 2008, il gruppo si è separato anche da Philip Morris USA, i cui prodotti sono venduti solo negli Stati Uniti. Il colosso del tabacco è ora interessato anche al settore medico. Infatti, all'inizio di luglio, la società ha annunciato un accordo per l'acquisto Vectura, per un miliardo di euro. L'azienda britannica è specializzata in inalatori medici e trattamenti per curare malattie legate al… fumo!

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Editor-in-chief di Vapoteurs.net, il sito di riferimento per le notizie sullo svapo. Impegnata nel mondo dello svapo dal 2014, lavoro ogni giorno per assicurarmi che tutti i vapers e i fumatori siano informati.