TABACCO: secondo uno studio, più di 6 studenti delle scuole superiori su 10 testano le sigarette.

TABACCO: secondo uno studio, più di 6 studenti delle scuole superiori su 10 testano le sigarette.

Lo svapo è il problema numero 1 per i nostri giovani ? Se siamo convinti del contrario, un nuovo studio arriva a dimostrare che il fumo rimane la piaga più importante nelle scuole superiori. Un team di insegnanti-ricercatori ha osservato per tre anni, fino al 2020, il comportamento degli studenti del liceo Honoré d'Urfé di Saint-Étienne in relazione al fumo e allo svapo. Una delle osservazioni è che è difficile combattere l'effetto della curiosità intorno al tabacco.


6 STUDENTI DI SCUOLA SUPERIORE SU 10 PROVANO IL TABACCO!


Più di uno studente su due delle scuole superiori ha già provato la sigaretta elettronica (54% tra i 15-18enni) e il tasso di sperimentazione con le sigarette in generale supera il 60%, secondo uno studio condotto a Saint-Étienne tra il 2018 e il 2020 dall'Università Jean-Monnet, dalla Scuola di Miniere, dalla Facoltà di Medicina e dall'Ospedale Universitario, con gli studenti del liceo Honoré-d'Urfé.

Per Mabrouk Nekaa, il direttore del dipartimento di scienze dell'educazione dell'Università Jean-Monnet i giovani vogliono sempre sperimentare con il tabacco:

« Vediamo anche un aumento della sperimentazione con lo svapo. Quindi stiamo vedendo sempre di più questo nuovo uso, e se stiamo ancora parlando di nuovi usi che sono sigarette elettroniche usa e getta, "sbuffi", dove ancora non abbiamo studi, ma stiamo effettivamente vedendo un piccolo entusiasmo per queste sigarette elettroniche . Il tabacco è stabile, anche in progresso, ma sappiamo che per i 18-75enni il tabacco non è diminuito negli ultimi anni, nonostante gli anni precedenti in cui era in calo. »

A riprova che se la boccata preoccupa, il fumo tra i giovani non cala, anzi, peggio, progredisce senza che si prenda una decisione forte.

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Avendo una formazione in specialista della comunicazione, mi prendo cura da un lato dei social network Vapelier OLF ma sono anche editore di Vapoteurs.net.